Krug Clos du Mesnil Brut, 2000, Blanc de Blancs

DuCoq - Krug Clos du Mesnil Brut, Blanc de Blancs

Krug.

Le Mesnil-sur-Oger.

 

Vitigno: 100% Chardonnay.

 

Terreno, Allevamento e Vendemmia: fondamentalmente gesso, organismi marini e calcite. Vendemmia manuale nella seconda metà di settembre, ma la data esatta di raccolta rimane un’incognita fino all’ultimo: è quasi un’alchimia prevedere incrocio ed equilibrio perfetto tra aromaticità, zuccheri e acidità dell’uva.

 

Vinificazione e Affinamento: il vino è sempre un extra-brut, con mai più di 5 gr/l di zucchero, ed una permanenza sui lieviti molto lunga. L’uva passa nei tradizionali torchi di legno, che ne contengono quattromila chili. La pressatura è leggera: nelle prime due fasi escono circa duemila litri per la cuvée, dalla terza si ottengono altri trecento litri circa (la prémiere taille), venduti ad altre aziende. Il mosto viene purificato per 24 ore. È un tempo lungo: altre maison aggiungono enzimi o abbassano la temperatura per dimezzare il processo. Il vino inizia quindi la fermentazione di quattro settimane in piccole botti di quercia e poi passa nei tini di acciaio. Si affina oltre dieci anni sui lieviti in bottiglia e, dopo la sboccatura, passano altri 12 mesi prima di arrivare sul mercato.

 

Profilo sensoriale: colore dorato luminoso molto chiaro con accenni di verde, perlage fine e persistente. Aromi di mela matura, uva sultanina miele, nocciola, acacia e agrumi. Al palato sapore di pesca, fiori bianchi, miele e scorza d'arancia, con una salinità che splendidamente assembla il tutto. Cremoso e fresco, ha una progressione incalzante, con sentori di nocciola tostata, miele, con un finale lunghissimo, in crescendo.

Uno champagne mono-cru estremamente raro.

 

Suggerimenti: temperatura di servizio 10°.

 

Note: gradazione alcolica 12,5 % vol.

Clos du Mesnil è un unico appezzamento di Chardonnay: un vigneto di 1,84 ettari dominato dall'alto dalla chiesa del paese protetto da mura nel cuore di Le Mesnil-sur-Oger. Esposto a Est/Sud-Est, ha un microclima protetto con temperature mediamente più alte rispetto agli altri vigneti di Le Mesnil.

Nel 1971 Henri e Rèmi Krug lo acquistarono, si dice, telefonicamente; ne iniziarono un graduale reimpianto, con prima vendemmia parziale nel 1979: i fratelli Krug, dopo aver assaggiato il vino proveniente dal Clos in quell’anno, presero la storica decisione di non assemblarlo nella Private-Cuvée (oggi la Grande Cuvée) ma di farne uno Champagne da singolo vigneto.

© DuCoq 2021   |   Via Cairoli, 11 - Santa Margherita Ligure - Tel. 0185 29 33 51