Prosecco Superiore Col dell’Orso, Frozza

DuCoq - Prosecco Superiore Col dell’Orso, Frozza

Frozza.

DOCG Valdobbiadene.

 

Vitigno: 100% Prosecco (Glera).

 

Terreno, Allevamento e Vendemmia: terreno assai vario, con morene, arenarie ed argille, che consentono un drenaggio veloce delle piogge. Vendemmia da fine agosto ai primi di ottobre, manuale.

 

Vinificazione e Affinamento: dopo la vendemmia, l’uva, raccolta a mano nei singoli vigneti, è portata in cantina per dare avvio alle lavorazioni. La pressatura sugli acini avviene in modo soffice, così da estrarre solo il mosto fiore, che proviene dal cuore dell’acino. Da 100 chilogrammi di uva si ottengono al massimo 70 litri di vino. Segue la decantazione, dove il mosto torbido viene lasciato riposare a freddo (5-10 °C) in vasche d’acciaio per circa 10-12 ore. Al termine dell’operazione la parte limpida del mosto inizia la vinificazione grazie ai fermenti naturali che, aggiunti al mosto, provocano la fermentazione alcolica, che si svolge per 15-20 giorni in vasche d’acciaio ad una temperatura costante di 18-20 gradi. Al termine della vinificazione si ottiene il vino base.

La spumantizzazione avviene quando il vino base si è illimpidito. La presa di spuma si svolge con metodo italiano, grazie all’utilizzo di grandi recipienti a tenuta di pressione, le autoclavi, dove il vino viene introdotto insieme a zucchero e lieviti. Questa tecnica permette di preservare gli aromi varietali dell’uva, che si traducono in un vino fruttato e floreale. Il metodo italiano prevede la rifermentazione in autoclave per un tempo di almeno 30 giorni. Durante la rifermentazione i lieviti utilizzano lo zucchero per produrre CO2, ovvero le bollicine setose che caratterizzano il Conegliano Valdobbiadene. Al termine della spumantizzazione avviene l'imbottigliamento e, dopo 30-40 giorni, il vino è pronto per essere immesso sul mercato.

 

Profilo sensoriale: colore giallo paglierino brillante. Bella spuma iniziale. Al naso sentori di pera, pesca bianca ed erbe di campo, con una pronunciata e prolungata vena minerale. In bocca è generoso, fresco e allo stesso tempo morbido, con un ritorno fruttato ampio e gustoso ammantato di bei cenni agrumati maturi. Bella persistenza e sapidità con il finale che richiama ancora una spiccata mineralità.

La spinta acida nasconde molto bene la leggera ma presente dolcezza dell'extra dry, rendendo la beva davvero godibile.

 

Suggerimenti: temperatura di servizio 10°.

Ideale come aperitivo o come vino a tutto pasto. Minestre di legumi, formaggi freschi e carni bianche.

 

Note: gradazione alcolica 11,5% vol.

Giovanni Frozza è un piccolissimo produttore (7 ettari in totale), che coltiva con passione le proprie vigne, alcune delle quali arrivano ai 50 anni d'età. La lavorazione in cantina è la più naturale possibile: nessun uso di lieviti commerciali ma solo selezione e coltivazione di quelli selvaggi dei suoi vigneti.

© DuCoq 2021   |   Via Cairoli, 11 - Santa Margherita Ligure - Tel. 0185 29 33 51